Sport, gli eventi della stagione autunno-inverno da seguire

Con l'apertura della stagione sportiva autunnale, NRW ha selezionato tutti i prossimi eventi da seguire, con un occhio attento ai talenti di origini straniere.

DiDomenico Cannizzaro

Set 7, 2021

Terminata un’estate “magica” per l’Italia sportiva – con la vittoria agli Europei di calcio maschile e di pallavolo femminile, oltre alle due medaglie d’oro ottenute nei 100 metri piani e nella staffetta 4×100 – è tempo di concentrarsi sui prossimi eventi. Eventi autunnali e invernali da poco iniziati, o in procinto di farlo e che, secondo NRW, vale la pena seguire. Marcell Jacobs, dal canto suo, ha annunciato qualche mese di pausa dopo gli straordinari successi ottenuti a Tokyo 2020, ma tra calcio, basket, pallavolo e atletica ci saranno tantissimi appuntamenti da seguire in TV.

Ecco la nostra lista per categorie nel format che NRW aveva proposto per le Olimpiadi di Tokyo, dove avevamo preannunciato i nostri atleti come possibili mine vaganti, in particolare Jacobs e i centisti della staffetta.

Atletica

Il periodo tra settembre e dicembre è poco prolifico per gli appassionati di atletica. Rimangono infatti le ultime tappe del Continental Tour 2021 – dove il 5 settembre sono scesi in pista Filippo Tortu e Fausto Desalu, ragazzo di origine nigeriana e campione olimpico nella 4X100 – e le finali di Diamond League a Zurigo, in programma l’8 e il 9 settembre. Questa sarà probabilmente l’ultima occasione per vedere in scena alcuni atleti italiani presenti anche a Tokyo 2020: ci sarà Zane Weir, pesista di origini sudafricane e che da febbraio 2021 rappresenta l’Italia. Il 26enne è in un ottimo stato di forma e a Padova, pochi giorni fa, ha migliorato di 22 centimetri (21,63) il lancio di Tokyo (21,41), che gli era valso il quinto posto.

Sempre a Zurigo, sarà presente anche Ahmed Abdelwahed nella finale dei 3000 metri siepi. Il ragazzo nato in Italia, ma da genitori egiziani emigrati, dopo la delusione delle Olimpiadi (14°), ha ritrovato un discreto stato di forma e spera di riscattarsi in quella che sarà, con molta probabilità, la sua ultima gara del 2021. Dopo queste ultime gare, gli atleti si concentreranno su uno degli eventi di atletica più importanti dopo le Olimpiadi: i campionati del mondo in programma a Eugene (USA) nell’estate del 2022.

Pallavolo

Archiviati gli Europei femminili, terminati nel migliore dei modi con la vittoria dell’Italia in finale contro la Serbia, sono in corso gli equivalenti maschili. L’Italia è partita bene, ma rispetto alla spedizione di Tokyo, è orfana sia di Osmany Juantorena (ritiratosi dalla Nazionale), sia di Ivan Zaytsev, stella italo-russa della nostra nazionale, che poco tempo fa ha subìto un intervento al ginocchio e sarà fuori dal campo per alcuni mesi.

Dopo il 19 settembre (data di fine degli Europei maschili), sarà tempo di competizioni per club. L’inizio dei campionati nazionali di Serie A maschile e femminile è fissato per il weekend del 9-10 ottobre e potremmo rivedere in azione le “ragazze terribili”, tra cui Miriam Sylla e Paola Egonu con la maglia dell’Imoco Volley e, con qualche giornata di ritardo, anche Ivan Zaytsev in maglia Lube Macerata. Non finisce qui: sia per quanto riguarda il Volley maschile, sia quello femminile, a partire da fine novembre sarà possibile ammirare le nostre stelle anche in Champions League, massima competizione continentale.

Basket

Anche il basket offre atleti interessanti da seguire in questa stagione sportiva, soprattutto per quanto riguarda i cestisti italiani con background migratorio. Sarà possibile seguirli tutti nel nostro campionato, quello di Serie A italiana, a partire dal 26 settembre fino a maggio del 2022, quando si concluderà la regular season. Tra i più importanti del panorama nazionale Nico Mannion, ragazzo giovanissimo classe ’01, nato a Siena e figlio dell’ex cestista professionista statunitense Pace Mannion e Gaia Bianchi, ex pallavolista italiana. Dopo una lunga esperienza nei college americani e una breve parentesi in NBA, ha deciso di tornare in Italia e giocherà con la maglia della Virtus Bologna.

Altri due atleti da seguire in Serie A sono Awudu Abass e Paul Biligha. Il primo, nato a Como da padre ghanese e madre nigeriana, è un’ala piccola che milita sempre nella Virtus Bologna e ha accumulato quasi 60 presenze con la Nazionale italiana (3 nel preolimpico a Belgrado). Il secondo, nato da genitori camerunensi, di ruolo ala-pivot, milita nell’Olimpia Milano e, come Abass, ha molte presenze in nazionale maggiore. Così come nel Volley, sarà possibile seguire gli atleti anche in competizioni internazionali: la Virtus Bologna giocherà in Eurocup a partire dal 19 ottobre, mentre Abass giocherà con l’Olimpia Milano in Eurolega, prestigiosa competizione per club che avrà inizio il 30 settembre.

Calcio

Nonostante sia lo sport più seguito in Italia, il calcio offre meno spunti per la categoria di atleti di origini straniere. Sarà comunque possibile veder giocare in Serie A, oltre a Rafael Toloi (uno dei tre italo-brasiliani presenti all’Europeo), anche ragazzi emigrati in Italia, ma non di nazionalità italiana: per esempio Yayah Kallon, ragazzo sierraleonese del 2001, che è riuscito ad entrare nelle grazie dell’allenatore del Genoa. Bisognerà invece spostarsi in Francia e in Inghilterra per seguire gli altri due italo-brasiliani della nazionale: Emerson Palmieri, difensore in forza al Lione, e Jorginho, centrocampista che vestirà ancora la maglia del Chelsea. Tutti i campionati nazionali sono già cominciati, ma siamo ancora alle prime giornate: c’è tempo fino a maggio 2022 per continuare a seguirli.

Toloi e Jorginho saranno protagonisti anche della prossima Champions League, che avrà inizio il 14 settembre. Emerson Palmieri, invece, giocherà in Europa League, seconda competizione europea per club che avrà inizio il 15 settembre e che annualmente ci offre storie interessanti: ultima, quella di Ebrima Darboe, ragazzo gambiano classe ’01 che esordì lo scorso anno con la maglia della Roma, diventando il più giovane gambiano ad esordire in una competizione europea.

Così come la Serie A maschile, anche la Serie A femminile è già cominciata. Sono già state disputate due giornate, ma anche per seguire le donne c’è tempo fino a maggio del prossimo anno. Tra i nomi più rilevanti c’è sicuramente Sara Gama, ragazza nata a Trieste da padre congolese e madre triestina, capitana di Juventus e nazionale italiana: oltre ad essere un’ottima calciatrice, si è spesso impegnata nel corso degli anni per ottenere tutele sociali e previdenziali nei confronti del calcio femminile.

Per concludere, a partire dal 9 gennaio 2022, non dimentichiamoci di seguire la Coppa D’Africa, a cui parteciperanno molti dei giovani di origini straniere che militano nel campionato italiano.

Riproduzione riservata

, , , , , , , , ,