Il team dei traduttori di NRW ha un compito molto particolare: permettere ai nostri lettori di pensare a storie italiane dedicate a migrazioni e seconde generazioni, da una prospettiva globale.

Sono il motivo per il quale Nuove Radici World, che in realtà è nato come un progetto molto specifico dedicato ad un pubblico di lettori italiani, ha saputo raggiungere (quasi) ogni angolo del mondo. Il NRW Translators Team (che è anche l’efficace nome del loro gruppo Whatsapp), è un gruppo di persone straordinarie che hanno accettato di mettersi in gioco professionalmente, emotivamente e intellettualmente, affrontando una sfida molto particolare: permette ai nostri lettori di guardare a storie locali da una prospettiva globale. I nostri traduttori ci hanno infatti aiutato a far scoprire ai nostri lettori di lingua inglese storie di successi imprenditoriali, ma anche comprendere la ricchezza delle seconde generazioni italiane, oltre che i problemi che li affliggono, senza dimenticarsi delle difficoltà e degli abusi sistematici compiuti a danno dei rifugiati e migranti che entrano in Italia passando per le rotte del Mediterraneo e dei Balcani occidentali.

Stanno facendo così tanto per questo progetto, eppure i nostri lettori ancora non sanno chi sono: lasciateci rimediare immediatamente

Costanza De Toma (coordinatrice del Team Traduttori)
“Ho incontrato Cristina Giudici [direttore di NRW] per la prima volta in remoto, nel corso di un programma televisivo. Io intervenivo da Londra e lei da Milano. Quando ha parlato del progetto che stava per lanciare, che all’epoca si chiamava semplicemente “Radici”, mi sono subito incuriosita e mi sono messa in contatto con lei. Mi rivedevo molto nel concetto alla base di NRW: ero alla ricerca di un possibile futuro lontano dal Regno Unito, dove avevo vissuto per quasi un quarto di secolo, di una nuova vita “a casa”. Come migrante per scelta volevo lavorare sull’integrazione sociale ma non sapevo da dove cominciare… “.

Adam Clark
“Sono un inglese di 48 anni che vive a Milano dal 2014. Per lavoro, insegno e traduco l’inglese. Sono alla incessante ricerca di novità per quanto riguarda musica e arte, sperimento avidamente nuovi piatti e cibi, e cerco con curiosità di capire il mondo. Nel 2012, ho co-fondato Vitality onlus il cui motto è Renovate Your Future: quando ho scoperto cosa fa NRW, che condivide la stessa visione di Vitality onlus, sono stato ansioso di aiutare la redazione: mi piace davvero molto tradurre i testi “.

Anne Parry
“Sono un’insegnante di lingua inglese in pensione e traduttrice, e vivo nella Valpolicella. Il risultato del referendum sulla Brexit mi ha devastata: ho passato anni a fare campagne, come milioni di altri, per fermare il disastro, ma senza successo. Ora sono impegnata a gestire la sezione Valpolicella del Movimento Federalista Europeo e sono coinvolta attivamente nella promozione degli ideali europei di solidarietà e non discriminazione. Il mio lavoro con NRW si adatta molto bene a questo: vorrei vedere un’Europa federalista forte, aperta e diversificata, accogliente per migranti e rifugiati, dove i diritti dei cittadini e la giustizia sociale siano garantiti per tutti”.

Fiona Tarsia
“Metà irlandese e metà italiana, sono una traduttrice a tempo pieno e madre di due figli. Sono venuta a conoscenza di NRW grazie alla mia vecchia compagna di scuola e buona amica Costanza, e sono lieta di poter contribuire a questa buona causa con le mie traduzioni, quando la mia frenetica agenda lo consente”.

Olga Plyaskina
“Nata e cresciuta in Siberia, ho vissuto negli Stati Uniti, in Italia e in Germania. Le mie esperienze mi hanno fatto riflettere sulla bellezza e la complessità del nostro mondo. Formatore certificato in comunicazione culturale, collaboro con NRW per promuovere l’integrazione e la diversità in Italia”.

Rosanna O’Keeffe
“Sono anglo-italiana e vivo in Italia da molti anni. Sono nata nello Yorkshire (Isole Britanniche) dove ho trascorso i miei primi 18 anni. Da allora ho vissuto a Londra, Torino, Roma e Sorrento, lavorando principalmente in organizzazioni internazionali e turismo. Ora sono “semi-pensionata”, anche se di tanto in tanto accetto volentieri di fare qualche traduzione e faccio volontario. Leggo molto e amo la jazz-dance. Ho conosciuto NRW tramite Costanza de Toma che ho incontrato per la prima volta nel gennaio 2019 in un incontro organizzato a Torino da “British in Italy” contro la Brexit”.

Sarah Ellis
“Originaria del Regno Unito, mi sono trasferita in Italia 15 anni fa. Ho lavorato nel campo delle conferenze per 20 anni, sia a Londra sia in Brasile, organizzando eventi di energia rinnovabile in tutto il mondo. Ho iniziato a tradurre alcuni anni fa, perché mi garantiva la flessibilità necessaria per occuparmi dei miei due figli. Ho sentito parlare di Nuove Radici da Costanza e penso che sia una grande iniziativa”.

Riproduzione riservata