Negli ultimi mesi si è creato uno strano connubio tra i musicisti multietnici e il governatore del Veneto, complice una canzone di ringraziamento ai medici che hanno lavorato durante l'emergenza.

Di ringraziamenti ne abbiamo sentiti tanti dall’inizio della pandemia di Coronavirus, soprattutto rivolti a chi ha lavorato incessantemente negli ospedali in condizioni estenuanti e continua a farlo anche adesso, nonostante la pressione si sia attenuata.

Una band multietnica

Nella catena virtuosa di solidarietà che si è creata in questi mesi si è fatta notare anche uno strano connubio composto dai Down To Ground, gruppo di musicisti italiani con una spiccata componente multietnica nella propria formazione, e il governatore del Veneto Luca Zaia. In breve, mentre i musicisti ringraziavano gli angeli in camice bianco con una canzone intitolata semplicemente Thank You, il governatore ringraziava i Down To Ground di questo omaggio alle forze schierate per combattere l’emergenza.

I Down To Ground si sono formati nel 2007 a Treviso ma hanno una vocazione internazionale già dalle origini straniere di due dei cinque componenti.

Il frontman Michele Cesca, infatti, è nato in Nuova Zelanda da padre italiano e madre maori mentre il bassista Truong Van Thai è nato in Italia da genitori vietnamiti. Insieme al batterista Alessandro Morgan e ai chitarristi Paolo e Charlie Narduzzo hanno scelto di chiamarsi come una tipica espressione anglosassone che si riferisce a chi insegue i propri sogni restando però con i piedi per terra.

Il loro repertorio è fatto di canzoni con testi in inglese, hanno un album in uscita nel 2020 con la Universal Music Italia e, chissà, forse anche per questo sono risultati calzare a pennello nei panni di opening band per il tour italiano del 2016 di un gruppo rockettaro come i britannici Skunk Anansie.

Thank You

Il 17 aprile i Down To Ground hanno pubblicato sulla loro pagina Facebook il video homemade di un brano scritto nell’isolamento della quarantena:

Thank You è il nostro nuovo singolo dedicato a tutti gli operatori sanitari che, in questo periodo difficile, sono in prima linea contro il Covid-19. Scritto durante la quarantena, questo video è stato registrato e prodotto con gli strumenti che abbiamo a casa a disposizione in questo momento.

Nelle immagini, si vedono i musicisti nel proprio soggiorno o in camera da letto, ognuno alle prese con il proprio strumento, in una formazione allargata per l’occasione a Tobia Fardin al piano e al violoncello.

So che è difficile ma senza di te sarei perso. Non importa se non ce la farò oggi, ti sarò grato lo stesso, canta il frontman Michele Cesca, scuotendo gli animi del suo pubblico ma anche del governatore veneto Luca Zaia che ha voluto esprimere pubblicamente, sul suo profilo Facebook, l’apprezzamento per questa canzone.

«La band trevigiana pop rock “Down To Ground” ringrazia i medici e operatori sanitari con il nuovo singolo Thank You. Il cantante Michele Cesca d’origine neozelandese, il bassista vietnamita Truong Van Thai e il batterista Alessandro Morgan, tutti residenti a Refrontolo, insieme ai castellani Charlie e Paolo Narduzzo, entrambi alla chitarra, hanno dato vita al nuovo singolo registrando ciascuno la propria parte da casa. Un’idea, quella di dedicare una canzone agli “angeli” in camice bianco, nata anche dall’ascolto di testimonianze di amici impegnati in prima linea nell’emergenza. Grazie per averlo condiviso con noi!»

Foto: Facebook / Down To Ground

Riproduzione riservata